2015

Mediawork at work

Un anno di (Media)work

Voltarsi, guardare la strada percorsa ed essere fieri del nostro lavoro. Il 2015 di Mediawork è stato ricco di emozioni vere che non potranno essere mai cancellate. Le stesse che, anno dopo anno, ci hanno portati ad essere quelli che siamo oggi. È vero, la perfezione non esiste, ma ciò non ci impedisce di lavorare per andarci vicino…

Gennaio Febbraio Marzo

Aprile Maggio Maggio Camilla

Giugno Luglio Agosto

Settembre Ottobre-1  Novembre

 

E siamo arrivati all’ultimo mese dell’anno.
Lo dedichiamo a dei progetti speciali, di cui non abbiamo mai parlato in questi mesi, ma che ci rendono orgogliosi e motivati quanto, se non di più, le altre iniziative curate.
Nel 2015 Mediawork è stato sponsor di Basket for Kids, il mini club locale organizzato da Sporting Club Cassino che permette a tanti bambini di fare attività fisica e allo stesso tempo coltivare amicizie, viaggiare ed essere educati alla pratica sportiva.
Visto che noi siamo sempre davanti al computer, ci sembra giusto dare alle nuove generazioni l’opportunità di muoversi, giocare e fare ciò che si ama: in fondo quello che conta, che si stia sul campo da pallacanestro o in ufficio è tornare a casa stanchi ma soddisfatti.

Basket4Kids_1

Basket for Kids non è la nostra unica iniziativa per il sociale; Mediawork da anni collabora con l’Oratorio Karol di Napoli, impegnato nel favorire l’integrazione dei ragazzi, incoraggiando le attività sportive nel territorio, secondo i valori della cristianità.
Realizzare il loro calendario ufficiale, ispirandoci agli stessi valori che l’Oratorio vuole trasmettere, è il nostro piccolo ma sentito contributo al loro lavoro quotidiano.

Crediamo nell’importanza di dare sostegno a queste realtà, per aiutare a crescere piccoli e grandi sognatori, e sicuramente continueremo a fare la nostra parte anche nel 2016.

Buone Feste da un’Agenzia lontana, lontana… e che la forza del Natale sia con voi!

copertina mw-01

Save the date

Star Wars: che la forza sia con voi

Star Wars ritorna sul grande schermo. A 10 anni di distanza dall’ultimo episodio della saga, la Millennium Falcon approda nei cinema di tutto il mondo con il primo capitolo della trilogia sequel: Il Risveglio della Forza. Un film imperdibile per i numerosi fans che si accalcheranno ai botteghini per assicurarsi il posto migliore.

Sì sa, Guerre Stellari non è una saga qualsiasi, assomiglia più ad una religione ed i gadget, conseguentemente, non possono mancare…

Abbiamo immaginato come potrebbe svolgersi la giornata tipo del fan perfetto, nel giorno della premiere del film:

8:00 SVEGLIA
Un vero fan passerà sicuramente la notte insonne, ma per chi riuscirà ad addormentarsi questa sveglia sarà sicuramente utilissima.

sveglia-starwars

8:10 DOCCIA
Bisognerà pur prendersi cura del proprio corpo, l’accappatoio Jedi, che sembra morbidissimo, dà la giusta carica per una lunga giornata…

accappatoio-star-wars-chewbacca-65e

 

8:30 SCEGLIERE LA CRAVATTA PERFETTA
Non c’è abbinamento che tenga, la cravatta da indossare è solo una! Dopotutto il nero è sempre la scelta giusta.

cravatta-starwars

 

8:45 SALIRE SUL GIUSTO MEZZO DI TRASPORTO
Bisogna arrivare sino in Giappone, ma per un viaggio sul treno di Star Wars si fa questo ed altro.

treno-starwars

 

9:00 METTERE IN ORDINE IL PROPRIO UFFICIO

Il rimbrotto del capo vi costringerà a tornare sulla terra. Ok pulire la propria postazione di lavoro, ma con gli strumenti giusti, come questo R2-D2 aspirabriciole

aspirapolvere-starwars

11:00 PAUSA CAFFE’

L’appassionato cerca di attaccare bottone con i propri colleghi, ma loro “stranamente” sembrano più distanti del solito.

tazzine-starwars

13:30 È GIUNTO IL MOMENTO DI PRANZARE

Gli strumenti per pranzare in ufficio sono quelli che sono o forse no?

lunch-box-starwars

14:00 SPAZZOLINO A PORTATA DI MANO

Naturalmente, il fan di Star Wars non può esibire uno spazzolino come tutti gli altri!

spazzolini-spada-laser-star-wars

16:30 SI TORNA A CASA, PAUSA TECNICA SUL LETTO

Dopo una dura giornata di lavoro, anche i fan di Star Wars hanno bisogno di riposarsi…

letto-starwars

18:00 CRESCE L’ANSIA

Il fan è trepidante attesa, apre l’armadio ed indossa la prima cosa che trova… più o meno.

maglione-star-wars

19:00 CENA DAL GIAPPONESE

Appassionato della saga, ma non per questo si deve rinunciare ad una golosa cena… Per il sushi, da oggi in poi non potrete rinunciare alle bacchette Yedi

bacchette-spada-laser-di-star-wars

21:00 PROIEZIONE FILM

Serve aggiungere altro?

donotdisturb-starwars

24:00 USARE LE GIUSTE PROTEZIONI…

Nel caso di risvolto romantico alla serata… che la forza (e la giusta precauzione) sia con voi!

condomstarwars

Advertising World

Amnesty e le battaglie sociali per i diritti umani

Il 10 Dicembre tutti dovrebbero fermarsi a riflettere per almeno un secondo, pensare a quanto accade nel mondo e quanto questi episodi siano allo stesso tempo vicini e lontani da noi. Amnesty International da 54 anni lotta al fianco dei più deboli per difendere i diritti alla base della civiltà occidentale.
L’organizzazione britannica combatte su tutta la linea con uno stile forte che vuol colpire al cuore la nostra sensibilità, troppo spesso assopita quando si parla di contesti lontani dal nostro quotidiano.
Nella giornata mondiale dei diritti umani vogliamo raccontarvi alcune loro battaglie, combattute senza l’uso delle armi, ma con campagne sociali d’impatto.

LA TUA FIRMA HA IL POTERE SI FERMARE LE ESECUZIONI

Una grafica splendida che racchiude tutta l’essenza di Amnesty. Il voler portare l’attenzione su temi importanti e raccogliere il maggior numero di firme per poter dar valore alle loro campagne.

Amnesty - Executions

I BAMBINI SOLDATI SOGNANO SOLO DI ESSERE BAMBINI

Una foto forte che ci espone uno dei più grandi problemi dell’umanità, quello dell’infanzia violata.

Amnesty - Child Soldiers

 

QUEST’IMMAGINE NON E’ VISIBILE NEL TUO PAESE

Gli omosessuali non sono diversi dagli etero, ma questo non vale in tante nazioni al mondo dove vengono ripetutamente discriminati.

Amnesty - Diritti Gay

 

NESSUNO C’IMPEDISCE DI VEDERE

Amnesty porta l’attenzione sugli abusi sui prigionieri, in particolare quelli militari.

Amnesty - No One will keep us from Seeing

 

SLIDE TO UNLOCK

Basta poco per contribuire alla causa di Amnesty e liberare migliaia di prigionieri reclusi ingiustamente.

Amnesty - Slide to Unlock

 

I SUPEREROI NON ESISTONO

Ogni uomo deve fare la sua parte per salvare il mondo. Questo il messaggio lanciato nel 2014 grazie alla collaborazione con le case editrici Marvel e Dc Comics

Amnesty - Superheroes dont Exist

STOP ALLA TORTURA

Gli episodi di torture ed abusi da parte delle forze dell’ordine sono argomento molto dibattuto in Italia, ma soprattutto negli Stati Uniti.

Amnesty - Stop Torture

STOP THE WORLD RECORD OF EXECUTIONS

La vigilia dei Giochi Olimpici di Pechino 2008 è stata una delle più calde mai vissute viste le grandi proteste messe in piedi da tutte le organizzazioni non governative contro il governo cinese.

Amnesty - Stop the World Record of Executions

LASCIA VOLARE LA TUA PAROLA

Amnesty ha sempre sostenuto aspramente i governi che hanno impedito la libertà di espressione reprimendo la possibilità di far sentire la propria voce.

AMN1100023 - Affiches publiques_UK.indd

Amnesty - Dittature 1

Mediawork at work

Welcome Wedding Days!

Poesia e fascino, questi sono gli aggettivi che meglio descrivono il settore del wedding. Nel calendario di Mediawork, il mese di Dicembre si tinge di bianco. Bianco come la neve, ma soprattutto come il favoloso mondo dei matrimoni. Saranno due eventi imperdibili per i tanti promessi sposi che hanno già acconsentito a partecipare prenotandosi attraverso gli appositi form contatti.

La non convenzionalità sarà di casa a Le Due Torri Event, cliente fedele per il quale già in passato abbiamo organizzato appuntamenti, tra cui A Tutto Wedding con un ospite d’eccezione: Enzo MiccioWedding Dreams è la cerimonia dedicata a tutte le coppie in procinto di salire sull’altare. Per coinvolgere le coppie, non ci siamo limitati a richiedere la prenotazione all’evento. Abbiamo chiesto loro di raccontarci come immaginano il proprio matrimonio. Durante l’evento, avranno la possibilità di creare dettaglio dopo dettaglio l’evento dei loro sogni, compilando una  personale wishing list. Noi saremo lì a filmare tutto, per documentare cosa distingue le coppie #tradizionali da quelle #romantiche e #alternative. Insomma, un modo tutto nuovo di avvicinarsi al grande giorno, entrando a contatto con la location più esclusiva.

Non vogliamo svelarvi nient’altro, essere presenti Sabato 5 Dicembre è il modo più bello per scoprirlo. Per ora c’interessa solo sapere come gli invitati immaginano il proprio matrimonio: tradizionale, romantico o alternativo?

Wedding Dreams Landing

Domenica 6 Dicembre, l’eleganza si trasferisce presso l’Atelier Martone Sposa dove le promesse consorti potranno innamorarsi dell’abito dei propri sogni ed usufruire di tutti i vantaggi del pacchetto all inclusive.

Gli allestimenti speciali che abbiamo progettato permetteranno agli ospiti di vivere tutto lo charme dell’atelier guidandoli alla scoperta di tutta la nuova collezione.

Open Day Martone Sposa

Lifestyle

#HappyThanksgiving

#HappyThanksgiving è l’hashtag del giorno. Un augurio ormai mondiale per una festa che, come Halloween, ha conquistato il mondo. Il Giorno del Ringraziamento è la festa statunitense per eccellenza, nata nel 1621 grazie ai Padri Pellegrini vogliosi di ringraziare Dio per l’abbondante raccolto. Si trattò del primo fenomeno di integrazione in quanto furono gli stessi nativi americani a spiegare quali alimenti coltivare e quali animali allevare per sopravvivere al rigido inverno nel nuovo continente. La tradizione del tacchino ripieno si è tramandata di generazione in generazione arrivando ai giorni nostri senza aver mai perso i suoi valori originali.

Ognuno, a suo modo ha voluto festeggiare, la festa nazionale, pubblicando contenuti che ci hanno fatto sorridere. Per questo abbiamo deciso di proporvi le foto, i video, i meme più simpatici della giornata.

Lifestyle

Il web come luce ed acqua: un italiano su due non può farne a meno

Al giorno d’oggi non si può far a meno di Internet. Il mondo si muove da tempo sul web e, anche se in ritardo, l’Italia sta completando il salto definitivo verso la rivoluzione digitale. L’offerta di servizi cresce mese dopo mese per soddisfare le esigenze di tutte le utenze che chiedono sempre più ai gestori di servizi, per vedere soddisfatta la loro volontà di essere connessi.

smartphone

Secondo una ricerca di SWG, il 44% degli italiani equipara la connessione internet a servizi essenziali come acqua, gas e luce: non potrebbe vivere senza. D’altronde come si può negare l’evidenza, basta togliere la testa dal proprio smartphone mentre si viaggia su un mezzo pubblico (già perché anche per noi lo è) e guardare gli altri chattare, navigare e fare tanto altro sui propri dispositivi mobile connessi rigorosamente alla rete.

L’interessante lavoro della SWG non si ferma qui perché, chiedendo ai 2000 intervistati, si scopre che un cittadino su due ritiene che un buon utilizzo del web possa essere determinante per lo sviluppo economico, culturale e sociale delle persone, ma anche che il 41% pensa che l’accesso ad internet possa migliorare la vita dell’umanità.

lavoro online

Nonostante questi dati, in pochi sanno sfruttare a pieno le capacità del web limitandosi ad utilizzare solo una parte delle potenzialità della rete. I social network sono l’emblema di questo fenomeno, essendo ormai diventati il cuore pulsante del realtà “virtuale”. Lo scambio d’informazioni e le interazioni fra gli utenti sono all’ordine del giorno ed per questo che tutte le imprese dovrebbero essere capaci di intercettare le nuove tendenze che emergono dalla rete al fine di proporre ai propri clienti un’offerta soddisfacente e capace di raggiungere obiettivi.

Il web, dunque, non è solo fondamentale per mantenere i rapporti personali, esso rappresenta un’importante opportunità di promozione per la propria attività, con la consapevolezza di avere un pubblico che vive internet come un servizio imprescindibile.

Senza categoria, Social trend

News Social: G+ premia le immagini, Twitter i cuori

Il mondo dei social network è in frenetica evoluzione, perché, si sa, sul web è facile passar di moda. Molti analisti ritengono che Facebook sia ormai pronto a distruggere la concorrenza grazie alla sua capacità contemporanea di generare traffico, coinvolgimento e, soprattutto, ad ottenere enormi profitti. Con Instagram e Whatsapp entrati da tempo nella Galassia Zuckerberg, spetta a Google+ e Twitter provare a “contrastare l’incontrastabile” successo di FB proponendo soluzioni innovative, da un lato, e provando ad ampliare il proprio bacino d’utenza, dall’altro.

GOOGLE+

Google+ ha deciso infatti di rinnovarsi ancora proponendo uno stile tutto nuovo ai suoi fruitori. Inutile star qui a sottolineare quanto sia discutibile il suo successo, il social network Made in Mountain View ha portato tante innovazioni all’interno di un mondo in continua evoluzione. Infatti, pur stentando a coinvolgere il grosso del pubblico, G+ ha un potenziale superiore alla media, grazie un database contatti imponente ed un’utenza che riesce a trovare caratteristiche che altri rivali non hanno.

Dragon Final Animation

Google, da sempre attenta ai propri utenti, ha deciso di coinvolgerli sempre più in un progetto che punta ad essere il punto di riferimento per condividere le proprie passioni.

Le community, in stile Pinterest, rappresentano l’apice della rivoluzione G+ perché, come spiega Luke Wroblewski, gli utenti hanno apprezzato l’essere in “un posto dove parlare dei propri interessi”.

L’obiettivo del team messo in campo dal motore di ricerca più famoso al mondo è stato quello di ridurre all’essenziale ogni aspetto del prodotto, rendendo più fluida, scorrevole e leggibile l’intera interfaccia grafica. Un miglioramento sicuramente apprezzabile.

TWITTER

Viaggiando per la Silicon Valley, anche Twitter ha ceduto al fascino del “like”. L’azienda di San Francisco ha scelto di “uniformarsi” a Facebook proponendo una propria versione “mi piace” che tanto propria non è. Il cuoricino, che ci ha fatto innamorare di Instagram, riappare in versione stilizzata su Twitter e Vine inteso come simbolo universale di bellezza.

Italian_Hearts-and-Likes_1000x500

Cosa cambia? Nella pratica poco, nella sostanza tanto. Twitter ha deciso di sacrificare la tanto amata stellina scatenando l’ira della rete che non risparmiato critiche per una strategia che la rende follower di Facebook ed Instagram.

Con il senno di poi sembra essere stata una scelta vincente, Kevin Weil – uno dei vicepresidenti – ha spiegato che dopo aver messo in campo questo cambiamento epocale (?) “le interazioni sono salite del 6%”, con un aumento del coinvolgimento complessivo del 9%.

Le novità potrebbero però non finire qui. Secondo indiscrezioni, il team Twitter starebbe lavorando a nuove funzioni, tra queste spiccherebbe la possibilità di interagire tramite emonji con i propri follower con il chiaro intento di aumentare il proprio target di utenti. Chi crede e credeva che la fine dell’uccellino fosse vicina dovrà ricredersi…

Save the date

Ottobre rosa, le campagne e le iniziative nel mese della prevenzione

In tutto il mondo, ottobre è il mese della prevenzione del cancro al seno: trentuno giorni per invitare ad effettuare costantemente controlli e ridurre così la percentuale di donne colpite dalla malattia. Il pubblico femminile risponde sempre con partecipazione alle campagne di sensibilizzazione ed è per questo che ogni anno vengono proposte iniziative particolarmente interessanti. Abbiamo dato un’occhiata a quelle organizzate ad ottobre, lungo lo stivale…e non solo

Da Rio a Washington fino a Himeji, l’unione fa la forza: il messaggio diventa “universale” e tutto diventa rosa…

ottobre rosa

Anche questa può essere comunicazione urbana, proprio come è successo a Ceretolo, un paese alle porte di Bologna che si è tinto di rosa per un giorno in modo da dare risalto all’appuntamento. Nel resto dello stivale invece, ogni città si è preparata ad ospitare questo evento con numerose attività in tutte le regioni italiane. Nei treni Frecciarosa è stato possibile, durante le tratte, incontrare medici volontari ed hostess per informarsi sul tema prevenzione e poter effettuare una visita.

fatele vedere

A Milano, la campagna  #FateleVedere promossa della LILT, oltre ad essere un hashtag cliccatissimo, è stata una mostra “in tour” presso diversi ospedali della capitale lombarda, con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema e trasmettere la cultura della prevenzione. Oppure la Pittarosso Pink Parade, una passeggiata a sostegno della ricerca per la Fondazione Umberto Veronesi.

Anche a Torino, il 27 del mese, ci sarà una “camminata” non competitiva, presso i Giardini Giuseppe Levi; mentre, sempre nella città piemontese, chi vorrà cambiare look potrà approfittare domani di poter contribuire con un taglio o piega alla raccolta fondi in favore della ricerca della prevenzione oncologica.

anna tatangelo lilt

 

Sul web, invece le campagne virali hanno fatto discutere e non poco. C’è infatti chi storce il naso davanti all’esibizione in modo esasperato del seno, confondendo la funzione del messaggio con un’opportunità di popolarità. E poi c’è quel chiacchieratissimo manifesto che vede protagonista la Tatangelo ed un’opinione pubblica che la “mette alla gogna”, rea di aver fatto da testimonial in modo poco “dignitoso”. Le braccia che si incrociano, secondo il pubblico del web, non starebbero ad abbracciare il corpo in senso di protezione, ne’ tantomeno a censurare la parte nuda, ma bensì renderebbero più alto il seno, per giunta ritoccato, gesto tra l’altro accompagnato da uno sguardo eccessivamente sexy. Insomma la presunta malizia della cantante quasi ha oscurato il della campagna. Difficile venirne a capo.

 

Save the date, Senza categoria

La FAO ed Expo festeggiano il #WorldFoodDay

Dopo sei mesi di full immersion sull’universo del cibo, Expo 2015 si prepara a celebrare la 35esima Giornata Mondiale dell’Alimentazione. Il 16 ottobre, giorno di nascita della FAO, è un data speciale, onorato ogni anno in tutto il mondo con tante interessanti iniziative. I numeri “parlano” chiaro e dicono che circa 800 milioni di persone, un nono della popolazione mondiale, soffrono ancora la fame: ecco allora l’esigenza di dover trasmettere un segnale forte alle nuove generazioni perché possano essere sensibilizzate sullo scenario attuale e combattere l’emergenza nei prossimi 15 anni.

world food day

In Italia diverse città aprono le loro porte all’anniversario, intente a dare il proprio contributo al #WorldFoodDay con tante originali attività umanitarie. Il comune di Piacenza ad esempio festeggerà questa ricorrenza proponendo, nelle mense cittadine, un menu a base di prodotti di filiera corta a km 0, biologici ed equo solidali. A Siena invece, fino al 6 gennaio 2016, verrà distribuita ad ogni visitatore del Complesso Museale una piccola forma di pane con impresso lo stemma del Santa Maria della Scala. Oppure in provincia di Salerno si potrà ricevere una consulenza nutrizionale gratuita: il Centro Specialistico Cardiologico e Nutrizionale di Vallo della Lucania infatti proporrà per l’occasione anche una visita specialistica e una mini lezione di educazione alimentare.

A Milano, a Piazza Castello il 17 ottobre dalle 12 alle 14, ci sarà il “Feeding 5000″organizzato da Feedback, il Comune, Slow Food e lo IAMB: un pranzo per 5000 persone recuperato da eccedenze alimentari per sensibilizzare sullo spreco del cibo.

feeding 5000

 

Se ci affacciamo sulla sfera fashion invece troviamo Michael Kors, che dal 2013 s’impegna a devolvere somme di denaro utili a sfamare chi ne ha bisogno. Per il 16 ottobre ci sarà prima una campagna che farà customizzare t-shirt bianche con un proposito favorevole alla causa: per ogni t-shirt digitale, disponibili su watchhungerstop.com, l’azienda donerà 50 pasti al WFP (World Food Program). E poi un orologio, il Bradshaw 100, con la firma dello stilista incisa sul retro insieme a Watch Hunger Stop e al messaggio “1 Watch = 100 Meals”, 1 orologio = 100 pasti.

watch hunger stop

Anche la nostra redazione vuole partecipare alla Giornata Mondiale dell’Alimentazione e lo fa insieme a quelli di Fanceat, un delivery di ingredienti per ricette innovative, che ha fissato un calendario social, con un alimento al giorno, ed l’hashtag #30DaysOfFood, per chi vuole interagire su Instagram. Oggi è il giorno del muffin e purtroppo ci è toccato comprarne un po’. Purtroppo, perché non saranno mai abbastanza!

30 days of food

 

billboard 6x3
Mediawork at work

Il 6×3, come catturare l’attenzione del pubblico

Nonostante le nuove tecnologie e i nuovi modi di comunicare abbiano ridisegnato nuovi modi di fare pubblicità, il buon vecchio 6×3 rimane ancora uno strumento grafico importante nelle strategie promozionali dei brand.

Trai i sistemi outdoor, infatti, il billboard è ancora  il numero uno, e ciò è dimostrato dal fatto che si investe ancora molto su di esso, in termini di tempo per l’ideazione e di denaro speso. I motivi per cui sceglierlo ancora sono “evidenti”: viene visualizzato praticamente da tutti, domina l’area in cui s’affaccia e se efficace attenti a code o tamponamenti su strada. Si perché, solo sfruttando al meglio lo spazio a disposizione ed utilizzando la giusta dose di creatività, la gente prenderà nota e si preparerà a compiere l’azione prevista dal piano.

billboard 6x3

Anche Mediawork propone spesso l’utilizzo di questo strumento di comunicazione urbana ai suoi clienti, tenendo naturalmente conto delle loro esigenze. Un caso in cui è risultato particolarmente vincente è stato il lancio dei saldi di un’attività commerciale che opera nel settore Home, con oggettistica, articoli da casa e bomboniere, situata a pochi chilometri dai nostri uffici.
Per ovviare ad uno dei problemi del cliente, la scarsa visibilità del punto vendita, abbiamo sfruttato proprio una postazione 6×3 dislocata ad un incrocio a poche decine di metri dall’attività. Come tema della campagna abbiamo scelto immagini di sicuro impatto sul target femminile di riferimento: la prima volta teneri gattini, la seconda messaggi ispirati ai quiz show della tv commerciale anni Novanta.
Abbiamo così verificato che i dolci “musetti” di mici, contenuto virale sul web, conservano lo stesso potere ipnotico anche sul formato maxi dei cartelloni stradali, cat-alizzando l’attenzione degli automobilisti fermi all’incrocio o di passaggio.

6x3_1

Allo stesso modo, per la campagna Happy Family, il messaggio ideato per il billboard è stato declinato anche nella comunicazione sulla pagina Facebook e sui volantini pubblicitari, invitando le persone a presentarsi nel punto vendita con la soluzione del quiz per ricevere omaggi e sconti.

Piccoli casi di successo in cui comunque non ci siamo allontanati da forme tradizionali per proporre campagne unconventional che portano agli estremi l’utilizzo del mezzo.
In ogni caso, se siete ancora lì a chiedervi perché ancora ricorrere al 6×3, date un’occhiata a questa gallery con alcuni tra i più geniali esempi di 6×3 di sempre.

Tylenol

billboard 6x3

The Naval Museum of Alberta.

billboard 6x3

Viagra.

billboard 6x3

Law & Order

billboard 6x3

Apple

billboard 6x3

Denver Water

billboard 6x3

Clever Weather

billboard 6x3