luglio 2015

contatto erede
Social trend

Facebook annuncia il contatto erede

Immaginate la scena:

– “Amico, promettimi una cosa: se un giorno non dovessi farcela… Bè insomma, ti andrebbe di gestire il mio account?”-

Quale potrebbe essere l’espressione in volto di chi ascolta? Attonita, forse, sarebbe dir poco. Qualsiasi ambasciata ci si aspetterebbe, ma mai una proposta del genere sembrerebbe così impellente. Eppure Facebook, e l’attenzione nei suoi confronti, è anche questo.

Da oggi infatti, in Europa, arriva il contatto erede, un’impostazione che prevede di delegare il proprio account a una persona cara in caso di decesso e rimanere in vita sul social, qualora si passi a “miglior connessione”.

La nuova gestione potrà essere importante non tanto per la sopravvivenza virtuale ma per gli amici e familiari, che così continueranno ad interagire con il fresco defunto almeno sulla piattaforma e continuare a tener vivo il suo ricordo.

contatto erede

 

Il servizio è disponibile anche nell’applicazione mobile per iPhone e iPad. Volete sapere come trovarla? Andate in impostazioniprotezione ed infine cliccate la voce contatto erede, dopodiché starà al delegato accettare o meno la richiesta. Ovviamente c’è tutto il tempo per cambiare idea, finché si è nelle possibilità…

E pensare che, ai tempi della guerra, i soldati moribondi erano soliti affidare nelle mani dei colleghi lettere o oggetti personali da far recapitare ai propri cari in ricordo. Il sistema è lo stesso più o meno. Come cambiano i tempi…

airlines commercial
Advertising World

Spot ad alta quota

Il caldo raggiunge temperature altissime e molti di voi hanno chiuso, o stanno per farlo, i propri bagagli per raggiungere le loro mete balneari preferite. E così, mentre sorseggiate il vostro cocktail con tanto di ombrellino, con il panama a bordo piscina, noi siamo ancora qui in ufficio a finire gli ultimi progetti, quasi pronti per la nostra settimana di ferie.

Che il vostro booking sia orientato verso il mare o la montagna, questa stagione ha visto atterrare interessantissimi spunti promozionali da diverse compagnie aeree: ecco allora una breve selezione di alcuni degli “spot ad alta quota” che abbiamo amato in questi mesi. Partiamo da EasyJet che promuove il suo nuovo servizio “smart” utile alla fase boarding, evitando le paranoie intorno allo smarrimento del biglietto. Avete presente quella curiosa mimica di quando temiamo di aver perso qualcosa dalle nostre tasche?

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=-f_YOMVZPI0]

Approdiamo in Italia e alla compagnia aerea tricolore Alitalia, non proprio in un momento felicissimo della sua gestione. I creativi italiani, per il rilancio dei voli sullo stivale, hanno messo i messaggi positivi ed i buoni propositi al centro del loro spot e.. sulla fusoliera dell’aereo!

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=cxIiG29YEBI]

Chiudiamo con Air France in uno video che racchiude arte e trovate metaforiche per incentivare a volare e scoprire la Francia con altalene che accompagnano le eccellenze e le attrattive in uno spot tutto da guardare!

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=v-ahlbWNZPk]

Viaggiare è arricchire il proprio bagaglio di esperienze e conoscenza, che sia una gita fuori porta, un tour oltre i confini o semplicemente senza meta. Perciò prenotate il vostro volo, allacciate le cinture e buon viaggio!

osa il nudo maybelline
Mediawork at work

Mediawork osa il nudo con Maybelline NY

Ad ogni agenzia di comunicazione che si rispetti tocca, prima o poi, affrontare la spinosa questione del nudo!
Nudità e sessualità sono da sempre armi a doppio taglio nel mondo della comunicazione: immagini abusate, facili luoghi comuni, volgarità e sessismo dietro l’angolo.
Resta comunque il modo più veloce per attirare l’attenzione e far parlare del proprio prodotto, tanto che grandi aziende così come piccoli esercizi commerciali di provincia continuano a giocare la carta della sensualità.

Non abbiamo mai mai cavalcato nella nostra comunicazione l’onda dei doppi sensi più o meno espliciti, ma quando la “proposta indecente” è arrivata da un partner come Maybelline NY Italia, non abbiamo resistito alla tentazione e abbiamo detto sì!
Vi raccontiamo quindi la nostra prima volta con il nudo, un nudo più ironico che erotico naturalmente!

 

palette the nude maybelline

Per il lancio italiano della nuova palette The Nudes, Maybelline ha coinvolto 12 tra le principali beauty blogger italiane nella campagna #Osailnudo, per la quale ognuna di loro ha realizzato un look inedito con le tonalità della palette. Tutte le youtuber sono state inoltre convocate a Milano per un’intervista sui generis, da utilizzare come teaser sul proprio canale.
A cosa pensereste se vi chiedessero di parlare di nude look? La risposta può dar vita a divertenti equivoci se gli interlocutori sono una make-up addicted e un giornalista straniero!

backstage #osailnudo maybelline maybelline2

E così la nostra prima esperienza con il nudo, solo verbale in fondo, si è consumata occupandoci delle riprese e del montaggio dei video con le 12 blogger, girati tutti nell’ideale salotto di Martin, ricostruito nell’accogliente set del 10Watt a Milano!
Ne approfittiamo per ringraziare per la simpatia ed estrema professionalità le ragazza coinvolte: Erikioba, Grace on Your Dash, Miss Creamy Creamy, Merya8, MagicoTrucco, JadoreLeMakeup,  Gaia Visco Gilardi, GloriaFair, Kia Scricc, Elena Tee, Simplynabiki, Miss Carla Pink.

Potete guardare il teaser trailer di Osa il nudo e le 12 interviste sul sito italiano di Maybelline, al seguente indirizzo: http://www.maybelline.it/Nudes.aspx

app per gravidanza
Lifestyle

6 app che sostituiscono il tuo ginecologo..o quasi

Il mondo femminile, si sa, è già incasinato di suo. Nel momento della gravidanza il tutto si amplifica: dubbi, voglie, analisi per monitorare i singoli stadi del percorso, la lista dei bisogni in questo periodo si fa lunga e di certo non si può disporre di un ginecologo h24! O si è multitasking o si fa fatica.

mamma multitasking

Perciò se le cose si fanno complicate e sei una mamma 2.0, ecco qualche app che può aiutarvi più di vostra suocera e accompagnarvi in questi nove mesi di attesa e fatiche. Tempo fa, in concomitanza della Royal Baby, quando ancora aveva il pancione, il nostro direttore creativo Stefania ci ha offerto una ricca panoramica delle app a cui lei si rivolgeva per controllare l’andamento. Intanto Camilla è arrivata e noi vogliamo offrirvi un ventaglio di app utili per la vostra gravidanza.

I'm expecting app

I’m Expecting propone numerose informazioni e consigli utili sullo sviluppo del feto, alimentazione ed esami di routine da effettuare, gestione del ciclo mestruale, previsione di ovulazione e fertilità, ecografie 3d e 4d e molto altro.. Con il Contraziometro potrai registrare l’andamento delle tue contrazioni, la durata e la frequenza e anche inviare una mail al tuo ginecologo con la tabella completa. Disponibile per Android e iPhone. Pilates for pregnancy è un’app solo per iPhone dedicata a chi vuole tenersi in forma: il programma offre tre diversi gruppi di esercizi divisi nei tre trimestri.

imamma app

iMamma, studiata da un team internazionale di medici, è una delle più diffuse e complete in circolazione, in grado di offrire praticamente tutto, dal monitoraggio agli esercizi fisici, dagli indirizzi utili alla dieta. Beautiful Belly Pre e Postnatural Yoga è un corso di yoga pre e post natale con video e consigli: i corsi sono a pagamento tranne il primo mese, anche se non costano una follia e comunque sono di alto livello. Se cercate un posto che faccia yoga in gravidanza, scaricatela e ne sarete contente. E infine iGyno, un ginecologo virtuale, nonché l’app più scaricata del segmento: grafica ed animazione straordinarie, efficiente e costruita dall’Associazione Europea Ginecologi. Risultato garantito a quanto pare..

Ecco il quadro completo, a voi la scelta!

tifosi_samp
Advertising World

Le campagne abbonamenti Serie A, chi vincerà la sfida?

E’ passato poco tempo dall’ultima giornata, ma la Serie A non sembra essere andata mai in vacanza, impegnata con la sessione di mercato estiva e le strategie di marketing per ripartire al meglio nella stagione che verrà. Mentre i giocatori si godono questi ultimi giorni di mare, le dirigenze e le sezioni amministrative continuano incessanti il loro lavoro gestionale, trattative e scandali a parte, ciò che anche rende interessante questo periodo, soprattutto per appassionati di comunicazione e pubblicità come noi, sono le campagne abbonamenti del prossimo campionato.

 

Non tutte le squadre ne hanno una, almeno per ora. Linee diverse, pay off che mirano ad impressionare, hashtag, foto che racchiudono un sentimento, sono questi gli elementi fulcro per richiamare i supporter più incalliti.

juve_roma Partiamo dalla Roma, una delle più attive da sempre su questo argomento. Stile epico e chiari riferimenti alla sua storia gloriosa sono perni importanti del suo stile. A seguire, la Juventus, che, da quanto è emerso in vari articoli, sembra aver beneficiato di un plagio della squadra spagnola CD Badajoz con un’immagine che ritrae un face painting a strisce bianconere. Campagna costruita dalla agenzia creativa di Lapo, ma ciò non toglie che la “somiglianza” sia stata troppo evidente, al punto da aver creato un piccolo grande caso. Ma attenti a chiamarla Rubentus.. Beccati! verona_milan

Altro caso interessante è il Milan che fa leva sulla tipica dicitura di matrimonio per incoraggiare una Fossa dei Leoni più arrabbiata che mai per come sono andate le cose ultimamente. A differenza delle altre l’Hellas Verona sceglie un “testimonial” di casa, Luca Toni, protagonista nell’ultima annata, in cui ha vinto a 38 anni il titolo di capocannoniere. Come non abbonarsi quando in campo ci sono bomber così?

bologna carpi

E poi le neopromosse che, sulle ali dell’entusiasmo, contano di vedere i loro stadi gremiti per raggiungere la salvezza e scrivere delle belle pagine di calcio. Il Bologna sceglie il parallelismo tra calciatore e tifoso, complementari come i colori della società, mentre il Carpi, semplice ed efficace, sceglie la gioia della promozione per racchiudere la grande soddisfazione.

samp_sas

Samp e Sassuolo, entrambi esempi molto “inglesi” nel loro concept: l’una fa riferimento alla magia delle coreografie doriane con un gioco di parole bello e profondo, l’altra dà spazio al legame familiare e l’importanza della fede sportiva.

gen_inter Chiudiamo con Genoa e Inter , piuttosto simili nel loro messaggio di fondo: tutte e due richiamano la presenza allo stadio per poterne assorbire le emozioni e vivere l’esperienza unica del tifo. Quello sano. Insomma sembra che le sfide siano già molto calde, ma chi vincerà sul campo?