Blog

Social Media

Professione Social Media Manager

√ Figura a tratti mitologica
√ Lavora con strumenti magici connessi alla rete
√ Parla una lingua comprensibile da pochi
√ Conquista e guida schiere di utenti
√ Utilizza le parole e le immagini per incantare le persone

Stiamo parlando di un Dio dell’Olimpo? No, stiamo parlando semplicemente del Social Media Manager!

Professionista della rete, il Super Media Manager – come a noi di Mediawork piace chiamarlo – è una delle figure più cercate degli ultimi cinque anni, con una richiesta che aumenta esponenzialmente sia nelle piccole aziende che nelle grandi realtà multinazionali. Tendenzialmente inserito in un team, lavora ogni giorno nella rete e con la rete per aumentare la brand awareness e la credibilità del marchio tra gli utenti.

Ma cosa contraddistingue un Social Media Manager?

1. Competenze. Molti credono di poter gestire i canali web di un’azienda a livello professionale soltanto con le conoscenze personali che hanno degli strumenti, noi sappiamo bene che sono le competenze a fare la differenza. L’esperienza su campo, legata a corsi professionalizzanti, costituiscono le basi per esercitare questa professione, da impiegato e da freelancer.

2. Problem Solving. Ogni giorno nel rapporto con il cliente o nella gestione di una community nascono questioni da risolvere e da gestire con capacità empatiche e diplomatiche. Essere un “Manager” significa tenere tutto sotto controllo e prendere la giusta decisione in ogni caso che si presenta.

3. Pensiero laterale. C’è sempre un altro lato della medaglia, anzi ce ne sono più di due. Basta cambiare medaglia! Trattare un tema per un blog, scrivere un post, gestire la comunicazione con gli utenti richiede inventiva e permette di non cadere nell’impasse del loop.

4. Creatività.  Prezioso bottino del Social Media Manager sono le IDEE. Essere propositivi, inventare attività sempre nuove, dare al cliente uno sprint nei momenti più statici è ciò che fa la differenza. In agenzia, nell’ufficio marketing o da soli nel proprio studio la creatività è la chiave che permette di ottenere engagement.

5. Attitudine al “bello”.  Avere un occhio artistico è un plus da non poco conto. Abbiamo conosciuto Social Media Manager laureati in Beni Culturali, amanti della Fotografia e del Video Making, amanti della Letteratura e della Musica. L’arte scorre nelle vene e averla come attitudine dà al lavoro che si svolge una marcia in più.

E voi, quanto vi rivedete in questi punti?

Add a Comment