aprile 2018

Blogging, Social trend, Web & Social

Digital Transformation: i trend del 2018 da tenere d’occhio

La Digital Transformation sta cambiando il modo di approcciarsi ai mercati globali, creando modelli più fluidi e dinamici in cui le aziende subiscono un cambiamento sia tecnologico che culturale. Il 2018 vedrà l’affermarsi di tecnologie che aumenteranno il processo della digitalizzazione delle aziende e della convergenza sempre più costante tra mondo fisico e mondo digitale.
Tutto questo porterà le aziende ad adottare strategie innovative per la crescita del proprio business attraverso i trend tecnologici e i vantaggi della digital transformation. Quali saranno i trend:

1. Intelligenza Artificiale

È la capacità di un sistema tecnologico di svolgere attività e risolvere problemi tipici dell’uomo. Un must che aziende di tutti i settori stanno sviluppando per migliorare non solo le qualità dei loro prodotti/servizi ma anche la qualità di vita dell’uomo. Dai dispositivi mobile, alle smart home, per arrivare alla previsione sugli acquisti e all’anticrimine, l’intelligenza artificiale farà sempre più parte delle nostre vite.

2. Realtà Aumentata e Realtà Virtuale

Sempre in continua evoluzione, le aziende sfruttano la realtà aumentata per migliorare l’esperienza di consumo dei loro clienti. Basti pensare che Ikea con la sua app Ikea Place sfrutta questa tecnologia per far posizionare tutti i prodotti a catalogo nelle case dei loro clienti.
Differente è invece, l’approccio della realtà virtuale. Sebbene le tecnologie si assomiglino parecchio, questa crea intorno agli occhi di chi osserva un’ambiente irreale, dando la sensazione di trovarsi in un altro luogo (vedi Oculus Rift e la Playstation VR).

3. Big Data Analytics

Rappresentano tutto ciò che può portare valore alle aziende in termini di customer experience. Il recente caso scoppiato intorno a Facebook ha dimostrato quanto la raccolta dati e un’analisi accurata possano portare ad una conoscenza approfondita del target, raggiungere obiettivi aziendali e migliorare (o peggiorare) il rapporto con i clienti.

4. Internet of Things

L’espressione “Internet delle cose” è riferita a tutto ciò che può essere collegato alla rete (diversi dai computer). Passo importante della digital transformation, ha l’obiettivo di connettere diversi dispositivi digitali tra loro per semplificare le abitudini e le attività dell’uomo: alcuni esempi sono i più recenti smartwatch, i sensori per i semafori, l’illuminazione cittadina e molto altro ancora.

5. Blockchain

È un database distribuito di transazioni crittografate su una rete di tipo peer-to-peer (Distributer Ledger Technology), nel senso che non c’è un server centrale su cui è disposto il database, ma è presente contemporanemente su tutti i server dei partecipanti alla blockchain. All’interno di questa catena sono presenti infomazioni sulla transazione, su come è stata creata, ottenuta e scambiata. La Blockchain guarda al futuro delle prossime intese digitali.

6. Riconoscimento Biometrico

È un sistema informatico in costante evoluzione che migliorerà il rapporto uomo-macchina e lo aiuterà nei sistemi di autenticazione, identificando in una persona il proprio tono di voce, il movimento del corpo, l’impronta digitale e il riconoscimento facciale (alcuni esempi possono essere gli smartphone di ultima generazione e la digital banking).

7. Droni

Affermato come trend già nel 2017, per questo nuovo anno è previsto sia un aumento delle vendite a livello commerciale, sia un aumento di spesa da parte di governi ed imprese.
I campi di applicazione sono molteplici: dall’agricoltura per la supervisione e la cura dei campi, al trasporto di materiale di prima necessità, in campo militare, nel settore cinematografico, per il controllo della qualità dell’aria, nella prevenzione degli incendi, giornalismo e fotografia e così via.

Ora che abbiamo visto quali saranno i trend del 2018 di cui non si potrà fare a meno, non ci resta che osservare quali aziende riusciranno ad affermare la propria digital transformation.

Clienti-portfolio, Marketing e comunicazione, Web Design

NUOVO SITO TODIS A CURA DI MEDIAWORK SRL

È online il nostro nuovo progetto web, todis.it, coordinato dal Reparto Marketing di Todis. Concept del sito è l’ottimizzazione della user xperience, intuitiva e veloce come l’esperienza d’acquisto che i clienti vivono nei punti vendita Todis, dove ogni persona è posta al centro di un processo orientato esclusivamente alla qualità.Il sito diventa, per questo motivo, un punto di riferimento per i clienti della catena, per restare sempre informati sulle promozioni regionali, le novità, gli orari dei punti vendita e i prodotti in evidenza da non perdere.

Un lavoro che parte da un nuovo layout grafico, improntato ai tagli trasversali e ai colori istituzionali giallo e verde, che accompagnano l’utente durante la navigazione del sito. Costruito per ottimizzare la usability su ogni dispositivo fisso e mobile, il nuovo todis.it  è stato progettato richiamando struttura e contenuti del sito precedente, ma proponendo soluzioni alternative e più funzionali. Per questo punta su tre novità: 

1. Vetrina prodotto

Ogni linea  ha un sezione dedicata, da “Casa e persona”, all’ “Arte delle specialità”, al “Pet care” in cui tutti i prodotti sono presentati per permettere al cliente di “toccare con mano” la loro qualità prima ancora di arrivare nel punto vendita. 

2. Prenotabili

Una sezione completamente dedicata ai prodotti della gamma no food ordinabili direttamente dal sito e ritirabili in store. Il procedimento è molto semplice: basta cliccare sul prodotto per selezionarlo e aggiungerlo al carrello, indicare la quantità desiderata e compilare il form con i propri dati che verranno automaticamente inviati al punto vendita di ritiro scelto. 

3. Store locator 

Dove posso trovare un punto vendita Todis? Per rispondere a questa domanda è stata creata un’intera sezione dedicata agli store presenti in tutta Italia. Selezionando la regione di provenienza e inserendo nella barra di ricerca il proprio indirizzo, la mappa indicherà il punto vendita più vicino, con tutte le sue specifiche: mappa, reparti, orari di apertura e contatti.

Todis rappresenta “un modo alternativa di fare la spesa” e Mediawork ha voluto trasmettere tale filosofia progettando un sito web che rispondesse alle esigenze del cliente, che vuole essere vicino ai suoi utenti. Ogni pagina è stata costruita per parlare dell’azienda: la sua storia, le possibilità di franchising, i marchi privati, i punti vendita, l’intera gamma di prodotti, per terminare con l’Area affiliati riservata ai singoli store, un luogo identificativo per chi è parte della grande famiglia Todis. 

SalvaSalva

Team

Ritorno a lavoro | La vita d’agenzia di settembre

Care scrivanie,
come siete state in quest’ultimo mese? Mentre voi siete rimaste qui, a tentare lunghi dialoghi con i monitor ingrigiti, noi siamo andati per il mondo a ricaricare le pile, fare scorta di aria condizionata e sole e a cercare tante nuove idee per le stagioni che verranno.
Ci sentiamo un pò come il 31 dicembre, quando siamo soliti tirare le somme, analizzare ogni azione archiviata e dire “avrei potuto dare di più”. Il rientro dalle ferie è un pò così, dopo le settimane di relax intellettivo, in cui annulli le sinapsi e decidi di resettare i pensieri, ritorni in corsa su progetti, bozze, brainstorming in sospeso, con il passo di un maratoneta e lo stupore di un bambino che scopre come leggere il proprio nome.
Per questo, per non farci trovare impreparati agli eventi, le ricorrenze e le decine di social-italian-international-day di qualsiasi tipo, prima ancora di sederci alle postazioni, abbiamo deciso che sul nostro diario virtuale 2018/2019 le parole d’ordine saranno tre: EQUILIBRIO, ORGANIZZAZIONE e HYGGE.

EQUILIBRIO MENTALE E FISICO
Si sa, tutti ci immaginano un pò nerd, con gli occhiali da vista, i capelli scompigliati e gli occhi gonfi per le ore trascorse davanti al monitor. Vorremmo dire che non è così, ma alla fine, perché nascondersi? Ebbene sì, entro Natale il nostro obiettivo è trasformarci in cigni, anche di quelli non troppo belli, ma di quella categoria che, in fondo, si vuole bene per quello che è.
E poi, cosa ancora più importante, puntiamo a diventare bilancine, pronte a tener duro con task, progetti, clienti insistenti e a non perdere il bandolo della matassa, anche quando tutto sembra accavallato e non si riescono più a trovare i giusti incastri del puzzle.

ORGANIZZAZIONE SPAZIALE E PROGETTUALE
Chi dice che i creativi non sanno organizzarsi? … chiunque sia, ha ragione. La nostra timeline sembra sempre aver bevuto qualche Spritz di troppo. Ma promettiamo di bere più acqua e mangiare più sano, perché quando ce vò ce vò… In fondo basta crederci! Altro obiettivo prima di Natale: creare una task-creative-force per tutti i progetti e rispettare le scadenze come rispettiamo gli immancabili spuntini mattutini o i dolci ai compleanni. Vi diremo di più: le nostre vaschette saranno sempre piene di cose utili e le cartelline talmente vuote che dimenticheremo quasi di averle! In fondo, siamo o non siamo digitali? W le Dashboard e le To Do list.

HYGGE: FELICI COME I DANESI, ALLEGRI COME I NAPOLETANI
Li avete sempre visti freddi e distaccati, ma in realtà i danesi posseggono il segreto per la felicità sul posto di lavoro… non contenti hanno inventato una parola per esprimere questo concetto (che sfidiamo chiunque di voi a pronunciare): arbejdsglæde”.
Quando a febbraio abbiamo cambiato sede e vi abbiamo portato in “centro”, ci siamo costruiti il nostro piccolo angolo di equilibrio, in cui si concentrano la bellezza di stare insieme, delle relazioni, degli affetti e tutta l’energia positiva che ci contraddistingue. Però, in fondo, siamo sempre italiani. E allora, alla felicità “spiriturale” dei danesi, non possiamo far altro che unire l’allegria, la spensieratezza, la tenacia, gli scambi travolgenti della gente del Sud.
Vogliamo essere, lavorativamente parlando, il giusto mix tra un “Buongiorno, come posso esserle utile” e un “Uagliù, jam bell ja!”, giusto per dare un tocco di personalità al modus operandi.

E dunque, care scrivanie, visto che il nostro spirito da Project Manager lascia spazio anche a un pò di cuore, abbiamo deciso di scriverci/vi delle promesse che, come tali, non possiamo infrangere (e giuriamo di non incrociare le dita dietro la schiena).

Vi promettiamo di tenervi al caldo quest’inverno, con ampie sciarpe di lana fluttuanti.
Vi promettiamo di non essere disordinati, ma di avere solo il giusto quantitativo di fogli, penne, matite e bicchierini di caffè vuoti sui vostri ripiani.
Vi promettiamo che ogni mattina varcheremo la soglia dell’ufficio sorridendo e che lasceremo la postazione soddisfatti (o almeno con qualche task sospesa in meno).
Vi promettiamo di lasciare più spazio tra voi e le sedie perché saremo tutti più magri e meno seduti e trascorreremo più tempo ad inventare, creare, sognare cose.
Vi promettiamo che saremo uniti, al suono della campanella la mattina e quando non ci saranno orari fissi di rientro la sera, giusto per farvi sentire di meno la nostra mancanza.
Vi promettiamo che ogni progetto sarà per noi come un semino da innaffiare, curare, travasare e far crescere rigoglioso.
Vi promettiamo che, tutte queste promesse, non saranno riposte in un file word e spedite nel cestino del Mac, ma saranno le prime righe che leggeremo sul monitor ogni giorno e che quando spegneremo i computer, penseremo di aver fatto il possibile per rispettarle.

Buon lavoro a voi, fedeli e sempre troppo impolverate compagne di viaggio.
Ps. Mancano solo poco più di 100 giorni alle prossime ferie! 😀