Eventi

Eventi

I vip e i loro “oggetti preziosi” per la campagna “Fermiamo l’Aids sul nascere”

Anche quest’anno, come da dieci anni a questa parte, il Trio Medusa, veicolato dal loro inconfondibile entusiasmo, si muove a favore della lotta contro l’AIDS per sostenere la campagna Cesvi “Fermiamo l’Aids sul nascere” in Africa. Dal 12 al 19 dicembre, all’indirizzo www.charitystars.com, saranno messi all’asta tanti oggetti appartenenti a personaggi dello spettacolo, con la loro firma: gli scarpini di Neymar, un casco di Valentino Rossi, un vinile di Annie Lennox, una copia dell’ultima raccolta di Tiziano Ferro, l’esclusiva divisa da chef di Alessandro Borghese, uno zainetto de “L’Era Glaciale autografato da Claudio Bisio e l’esperienza imperdibile di essere ospitati nello studio durante le registrazioni di Eros Ramazzotti.

Ecco allora come una giusta causa si trasforma anche in un’occasione per avere spunti regalo in tema Natale. Non tutti i cimeli, infatti, raggiungono cifre alte, bensì esistono tanti degli oggetti proposti che risultano assolutamente accessibili. Ai primi due posti troviamo il casco di corsa riprodotto di Rossi e l’esperienza in studio con Eros, entrambi oltre i mille euro; poi, un po’ staccata, la canotta del campione italiano NBA Marco Belinelli e tante altre cose che potete far trovare sotto l’albero a qualcuno a voi caro.

 

 

 

Al momento, il gradimento degli oggetti rispetto alle esperienze degli acquirenti non è così netto. Le opportunità di esperienze particolari tengono testa ai singoli oggetti in vendita, anche se quest’ultimi ottengono un successo maggiore. La curiosità è che poche ore in compagnia di Eros arrivano a costare circa mille euro in più rispetto agli scarpini di calcio autografati di Neymar, uno dei talenti mondiali più cristallini. In questi anni le somme raggiunte (ad oggi si contano circa 1.400.000 di euro) sono state messe a disposizione per sostenere l’Ospedale St. Albert , con cui Cesvi mantiene i rapporti sin dalla prima donazione, per salvare e sostenere gli orfani ed i ragazzi di Zimbabwe e Congo da questa terribile malattia.

La kermesse si concluderà a Radio Deejay con vari ospiti, speaker e amici dell’emittente che celebreranno i dieci anni del sodalizio. In più, dal 7 al 21 dicembre, si può contribuire alla raccolta fondi inviando un SMS da 2 euro al numero 45503 da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca oppure chiamare da rete fissa TeleTu e TWT, oppure donare 5 e 10 euro con una chiamata al 45503 da rete fissa Telecom Italia e Fastweb.

Sicuramente, questi, non sono tempi di far stupida retorica, ma ci sembra giusto dar spazio e amplificare il suono di questa iniziativa che cerca di urlare ad un pubblico la gravità e l’arretratezza della situazione sanitaria africana, mai vicina ad una condizione serena. Quindi è giusto strizzare l’occhio alla gente e a tutti i personaggi che intendono apportare anche un minimo contributo..